Leadership, emozioni e bellezza per un futuro sostenibile

Nel nono appuntamento con i Dialoghi sul Futuro, il presidente Patrizio Paoletti incontra Mariacristina Gribaudi, amministratrice unica di Keyline e presidente della Fondazione dei Musei Civici di Venezia.

Che cosa è centrale per la costruzione di una nuova leadership in grado di realizzare l’idea di futuro sostenibile? Che ruolo ha la cultura nel mondo dell’impresa oggi? Sono queste le domande cui Paoletti e Gribaudi rispondono nel loro dialogo.

GUARDA IL DIALOGO ORA


Patrizio Paoletti apre affermando che il futuro dell’uomo dipende dalla sua capacità di gestire se stesso, soprattutto nelle dimensioni della consapevolezza di sé e del dominio di sé. Questo perché il mondo moderno ci bombarda di una quantità di informazioni tale, e talmente veloce, da non permetterci di gestirla e da confondere la nostra mente e le nostre emozioni.

La leadership del futuro è quella leadership che rimetta al centro il valore della persona, aiutandola a ritrovare punti di riferimento certi, sicuri, che fungano da orientamento e ci donino una “lucidità emotiva”.

La cultura è certamente una chiave importante e un volano in questo senso, come sottolinea Mariacristina Gribaudi. La lunga esperienza dell’imprenditrice testimonia quanto sia importante per le imprese rimettere al centro la persona, le sue emozioni, la sua storia personale e la storia collettiva. Ogni fabbrica, secondo Gribaudi, dovrebbe avere al suo interno un museo.

Parlare di umanizzazione è necessario oggi, afferma Paoletti. Abbiamo bisogno della bellezza e della memoria della bellezza. La cultura e la storia sono un punto di orientamento, ma anche un invito al miglioramento personale e una ricerca collettiva di una nuova narrazione del mondo che è la via maestra per ri-costruire il nostro futuro.

GUARDA IL DIALOGO ORA

21 visualizzazioni0 commenti