Angela Morelli

Carica

Crede nelle azioni, nella dedizione, nel rispetto, nello scambio di idee e nella collaborazione. Sostiene che l'empatia sia un ponte tra la comprensione di un problema e l'azione verso il cambiamento. Abituata al labirinto dei dati, ha imparato ad organizzarli e a trasformarli in informazione. Nel progettare una comprensione per i non addetti ai lavori, non rinuncia alla scoperta del vero e fa affiorare l'invisibile.

Angela Morelli si laurea in Ingegneria nel 2000 al Politecnico di Milano dove fa anche un master in Disegno Industriale. Subito dopo la laurea, lavora a Milano nello studio di design di Isao Hosoe, in un ambiente internazionale che nel 2005 la spinge a trasferirsi a Londra. Qui continua la sua formazione con un percorso ancor più selezionato: un master biennale in Communication Design alla Centrai St Martins, specializzandosi poi in Information Design. Oggi è Associate Lecture in Information Design alla St Martins. Oltre all'insegnamento e a seguire i suoi progetti, tiene numerosi incontri e conferenze internazionali; è coinvolta nella comunicazione di problematiche legate alla crisi idrica mondiale. Si avvicina a questo tema in occasione del suo lavoro di tesi alla St Martins, il "The Global Water Footprint of Humanity", basato su una ricerca dell'Unesco e dell'Università di Twente in Olanda. Lo studio ha lo scopo di visualizzare l'impronta idrica di centotrentadue paesi individuando attraverso diagrammi, illustrazioni, immagini e parole, quale sia il vero impatto del consumo di acqua a livello globale. La parola chiave diventa per lei "virtual water": il termine coniato dal professore Tony Allan per indicare il volume di acqua dolce utilizzato per realizzare un prodotto. Il progetto di Angela ha ricevuto il premio "INDEX AIGA Aspen Design Challenge" nel 2009 e nello stesso anno è stato pubblicato su un instant book distribuito durante la Conferenza sul Clima di Copenaghen. Quest'anno è stata nominata dal World Economie Forum fra i centonovantadue "Young Global Leaders 2012". Attualmente è impegnata in Norvegia dove collabora con i ricercatori del Knowledge Center di Oslo per un progetto finanziato dall'Unione Europea e che ha il fine di migliorare la comunicazione dell' informazione scientifica sia per i medici sia per i pazienti. La sua storia personale descrive l'ambiente dell'Information Design e sottolinea l'importanza che questa disciplina riveste nello strutturare i dati a disposizione, in modo che questi risultino immediati ai destinatari. www.angelamorelli.com

FUTURE

  • Facebook - Bianco Circle
  • YouTube - Bianco Circle


Un progetto realizzato da


Via Nazionale 230 - 00184 Roma
Tel. 06 8082599 - Fax 06 92912688
fondazione@fondazionepatriziopaoletti.org